martedì 9 maggio 2017

RICOTTA DI SOIA

Salve a tutti!



oggi propongo un alternativa a chi non sopporta il tofu; stessa composizione risultato molto differente.
Con un litro di latte di soia (di quelli affidabili, che montino) ottengo 250 gr di ricotta.
Devo dire molto simile a quella vaccina, sapore molto delicato anche al naturale, bella compatta ottima sia nei dolci che nelle preparazioni salate.
Io stasera lo servirò come una sorta di caprese (pomodorini, ricotta veg e basilico).

Portiamo a bollore un litro di latte di soia, versiamo 4gr di nigari, mescoliamo e copriamo la pentola con un coperchio. Per fare cagliare il latte è possibile utilizzare anche succo di limone o aceto, ma io li sconsiglio in quanto la resa non è la stessa e rimane vagamente il sapore.

Una volta raffreddato lo facciamo filtrare in un canovaccio di cotone a maglia molto fine (mi raccomando che non sia stato lavato con detergenti chimici o ammorbidente).
Serviranno diverse ore per far rassodare la ricottina dando modo all'acqua di colare (siero).
A buon punto della "colatura",quando la ricotta è consistente ma non abbastanza asciutta io la trasferisco dal canovaccio alla cestina di plastica microforata, pressandola bene in modo che assuma la tipica forma.
Se non ne possedete una anche la parte cilindrica dello schiacciapatate è una valida alternativa (io uso spesso quello).
Non saprei dire quanto si conserva in frigorifero perchè da noi non è mai andata oltre le 48 ore la sua permanenza.

Nessun commento:

Posta un commento