mercoledì 24 maggio 2017

LATTE DI COCCO

Ciao a tutti !


Il latte di cocco a mio avviso è un ingrediente formidabile e irrinunciabile! ...
Sempre a mio avviso deve essere utilizzato in piccole dosi perchè è davvero un concentrato di energia!

Di solito lo si compra in lattina nei negozi etnici o bio o anche al supermercato... Ma è davvero un quantitativo grande che anche se posto in frigorifero non dura in eterno.
Io ho risolto il problema così: apro il barattolo, mescolo bene (a volte si separa un pò la parte "burrosa" da quella acquosa), riempo le formine del ghiaccio e pongo in congelatore.
Una volta surgelato le sformo e le trasferisco in un contenitore.
 Così ci saranno sempre a disposizione delle monoporzioni pronte all'uso.
E' una "tecnica" che utilizzo per porzionare molte cose liquide che possono servirmi.

Dove utilizzare il latte di cocco?
Oltre ai piatti della tradizione indiana o comunque asiatica, io amo metterlo nelle preparazioni che richiedono una certa cremosità; come per esempio il risotto... All'ultimo per mantecarlo. E' da provare!
Oppure nei frullati, nei dolci al cucchiaio...la lista sarebbe davvero lunga!

martedì 9 maggio 2017

RICOTTA DI SOIA

Salve a tutti!



oggi propongo un alternativa a chi non sopporta il tofu; stessa composizione risultato molto differente.
Con un litro di latte di soia (di quelli affidabili, che montino) ottengo 250 gr di ricotta.
Devo dire molto simile a quella vaccina, sapore molto delicato anche al naturale, bella compatta ottima sia nei dolci che nelle preparazioni salate.
Io stasera lo servirò come una sorta di caprese (pomodorini, ricotta veg e basilico).

Portiamo a bollore un litro di latte di soia, versiamo 4gr di nigari, mescoliamo e copriamo la pentola con un coperchio. Per fare cagliare il latte è possibile utilizzare anche succo di limone o aceto, ma io li sconsiglio in quanto la resa non è la stessa e rimane vagamente il sapore.

Una volta raffreddato lo facciamo filtrare in un canovaccio di cotone a maglia molto fine (mi raccomando che non sia stato lavato con detergenti chimici o ammorbidente).
Serviranno diverse ore per far rassodare la ricottina dando modo all'acqua di colare (siero).
A buon punto della "colatura",quando la ricotta è consistente ma non abbastanza asciutta io la trasferisco dal canovaccio alla cestina di plastica microforata, pressandola bene in modo che assuma la tipica forma.
Se non ne possedete una anche la parte cilindrica dello schiacciapatate è una valida alternativa (io uso spesso quello).
Non saprei dire quanto si conserva in frigorifero perchè da noi non è mai andata oltre le 48 ore la sua permanenza.

giovedì 4 maggio 2017

MAIONESE ( DI AVOCADO)

Ciao a tutti!


Oggi parliamo della amata/odiata maionese. Farla vegan ,una volta trovato il latte di soia giusto -ovvero che monti -, è una sciocchezza.
Ci occorrono due parti di olio di semi (girasole bio è perfetto), una di latte di soia, 1 cucchiaio di aceto di mele e due di succo di limone e si frulla il tutto.
Il risultato sarà una crema bella soda del tutto uguale alla maionese con uova. Se vogliamo possiamo aggiungere un pizzico di sale, un pizzico di curcuma (per colorare) e per insaporire aglio ed erbe aromatiche o spezie a piacere o ancora capperi e olive.

Ma oggi voglio proporre un alternativa che evita l'utilizzo di latte di soia e olio (nelle ricette on line questo era contemplato ma a me è sembrato fuori luogo in quanto l'avocado è un frutto già sufficientemente grasso e cremoso).

In pratica frulliamo insieme la polpa di un avocado maturo, mezzo succo di limone e un cucchiaio di aceto. A questo punto aggiungiamo un pizzico di sale .. e se piace (e si vuole ricordare la guacamole) un pizzico di peperoncino o tabasco.
A chi piace una consistenza meno omogenea e più granulosa può schiacciare la polpa con la forchetta ed unire gli altri ingredienti.