mercoledì 24 maggio 2017

LATTE DI COCCO

Ciao a tutti !


Il latte di cocco a mio avviso è un ingrediente formidabile e irrinunciabile! ...
Sempre a mio avviso deve essere utilizzato in piccole dosi perchè è davvero un concentrato di energia!

Di solito lo si compra in lattina nei negozi etnici o bio o anche al supermercato... Ma è davvero un quantitativo grande che anche se posto in frigorifero non dura in eterno.
Io ho risolto il problema così: apro il barattolo, mescolo bene (a volte si separa un pò la parte "burrosa" da quella acquosa), riempo le formine del ghiaccio e pongo in congelatore.
Una volta surgelato le sformo e le trasferisco in un contenitore.
 Così ci saranno sempre a disposizione delle monoporzioni pronte all'uso.
E' una "tecnica" che utilizzo per porzionare molte cose liquide che possono servirmi.

Dove utilizzare il latte di cocco?
Oltre ai piatti della tradizione indiana o comunque asiatica, io amo metterlo nelle preparazioni che richiedono una certa cremosità; come per esempio il risotto... All'ultimo per mantecarlo. E' da provare!
Oppure nei frullati, nei dolci al cucchiaio...la lista sarebbe davvero lunga!

martedì 9 maggio 2017

RICOTTA DI SOIA

Salve a tutti!



oggi propongo un alternativa a chi non sopporta il tofu; stessa composizione risultato molto differente.
Con un litro di latte di soia (di quelli affidabili, che montino) ottengo 250 gr di ricotta.
Devo dire molto simile a quella vaccina, sapore molto delicato anche al naturale, bella compatta ottima sia nei dolci che nelle preparazioni salate.
Io stasera lo servirò come una sorta di caprese (pomodorini, ricotta veg e basilico).

Portiamo a bollore un litro di latte di soia, versiamo 4gr di nigari, mescoliamo e copriamo la pentola con un coperchio. Per fare cagliare il latte è possibile utilizzare anche succo di limone o aceto, ma io li sconsiglio in quanto la resa non è la stessa e rimane vagamente il sapore.

Una volta raffreddato lo facciamo filtrare in un canovaccio di cotone a maglia molto fine (mi raccomando che non sia stato lavato con detergenti chimici o ammorbidente).
Serviranno diverse ore per far rassodare la ricottina dando modo all'acqua di colare (siero).
A buon punto della "colatura",quando la ricotta è consistente ma non abbastanza asciutta io la trasferisco dal canovaccio alla cestina di plastica microforata, pressandola bene in modo che assuma la tipica forma.
Se non ne possedete una anche la parte cilindrica dello schiacciapatate è una valida alternativa (io uso spesso quello).
Non saprei dire quanto si conserva in frigorifero perchè da noi non è mai andata oltre le 48 ore la sua permanenza.

giovedì 4 maggio 2017

MAIONESE ( DI AVOCADO)

Ciao a tutti!


Oggi parliamo della amata/odiata maionese. Farla vegan ,una volta trovato il latte di soia giusto -ovvero che monti -, è una sciocchezza.
Ci occorrono due parti di olio di semi (girasole bio è perfetto), una di latte di soia, 1 cucchiaio di aceto di mele e due di succo di limone e si frulla il tutto.
Il risultato sarà una crema bella soda del tutto uguale alla maionese con uova. Se vogliamo possiamo aggiungere un pizzico di sale, un pizzico di curcuma (per colorare) e per insaporire aglio ed erbe aromatiche o spezie a piacere o ancora capperi e olive.

Ma oggi voglio proporre un alternativa che evita l'utilizzo di latte di soia e olio (nelle ricette on line questo era contemplato ma a me è sembrato fuori luogo in quanto l'avocado è un frutto già sufficientemente grasso e cremoso).

In pratica frulliamo insieme la polpa di un avocado maturo, mezzo succo di limone e un cucchiaio di aceto. A questo punto aggiungiamo un pizzico di sale .. e se piace (e si vuole ricordare la guacamole) un pizzico di peperoncino o tabasco.
A chi piace una consistenza meno omogenea e più granulosa può schiacciare la polpa con la forchetta ed unire gli altri ingredienti.




venerdì 28 aprile 2017

CROSTINI DI FARINA DI CECI

Ciao!
Oggi propongo dei crostini "proteici" che io trovo davvero ottimi. Una sorta di farinata croccante.
Hanno tanti pro a loro favore: sono senza glutine, sono sfiziosi, ottimi se volete omettere dal vostro pasto i carboidrati ma sgranocchiare qualcosa o anche se semplicemente volete provare un alternativa ai crostini "di pane". Ottimi nelle insalate e nelle zuppe.

Ci serve:
- tre cucchiai di farina di ceci
- un cucchiaino d'olio
- acqua
- un pizzico di sale
-un pizzico di bicarbonato
- semini, erbe aromatiche o qualunque cosa per insaporire (opzionale)



Impasto prima col cucchiaio poi con le mani la farina, l'olio e l'acqua che mi serve a ottenere un panetto solido e lavorabile.
Stendo col mattarello fino a raggiungere lo spessore di mezzo centimetro o anche meno.
Riscaldo una padella antiaderente su cui spargo bene un goccino di olio (magari con l'aiuto di un foglio di carta da cucina), metto la "sfoglia" ottenuta e faccio cuocere da entrambi i lati a fiamma moderatamente alta,
A questo punto ottengo una sorta di schiacciatina un pò morbida, o comunque non abbastanza croccante; la spezzetto con le mani grossolanamente (attenzione a non scottarvi)
e rimetto i quadrottini ottenuti sulla padella calda, che in breve tempo diventeranno croccanti.

venerdì 14 aprile 2017

LANTERNE CINESI DI CARTA

Buon pomeriggio a tutti!


Ho scovato un video adorabile su come costruire da sè, con del semplice cartoncino, delle lanternine cinesi... si si quelle rosse proprio quelle! Io le trovo carinissime e le condivido molto volentieri!

Non  mi cimento nemmeno in una spiegazione perchè il video è fatto troppo bene, vi lascio però l'immagine dello stancil da ritagliare.


giovedì 13 aprile 2017

INVOLTINI VIETNAMITI

Ciao a tutti!




A marzo sono stata al FESTIVAL DELL'ORIENTE ... Che dire un evento magnifico, che per me da anni è diventata una meta fissa, fà tappa in tante città e se avete l'occasione secondo me dovreste partecipare.
Bancherelle, ristoro da tutto il mondo, eventi, balli e musica, workshops, conferenze e chi più ne ha più ne metta! Dico una cosa sola e poi passo al tema del post : quest'anno delle bellissime donne orientali sorridenti ci hanno accolto dipingendoci sulla fronte un piccolo cerchio rosso (bindi) e salutandoci con un rametto di orchidea.

Io generalmente assaggio cibo un pò ovunque "spizzicando" in continuazione.. e ho scoperto questi cosini deliziosi, geniali e allo stesso tempo semplicissimi :gli involtini vietnamiti.
Qui erano preparati al momento con una velocità incredibile e farciti di: spaghetti di riso, verza, carota, arachidi tostate e insalata.. ma ci si può mettere dentro la qualunque.
Si possono poi intingere nella salsa di soia tradizionale o dove più ci aggrada:

Per prepararli a casa ho usato:

- fogli di riso tondi
(ce ne sono di più misure, io li acquisto nei bazar etnici)
- verdure a fettine sottili o meglio ancora a julienne
- porro o cipollotto o erba cipollina
- germogli

Passo delicatamente i fogli di riso (uno a uno) sotto acqua tiepida alcuni secondi e li adagio sul piano. comincio a farcirli rimanendo sul centro del tondo.
Quando sono abbastanza morbidi comincio a rigirarli: prima piego i due lembi laterali, chiudo con la parte sottostante avvolgendo tutto il ripieno e infine finisco di arrotolare sulla parte alta rimasta distesa. E' più complicato dirlo che farlo mi auguro che le foto spieghino meglio! Se non fosse così optate per un video su youtube!

Ora semplicemente con un coltello affilato a lama liscia li taglio a metà e servo con crema di arachidi o salsa di soia.

A mio avviso sono una bellissima alternativa per gustare le verdure crude, attenzione solo a non prepararli con troppo anticipo altrimenti i fogli di riso si andranno a incollare!


martedì 4 aprile 2017

CREMA DI CASTAGNE

Ciao a tutti!
Comincia a fare caldino.. così io saluto la stagione fredda (e il fondo della farina di castagne) con una crema spalmabile (o anche al cucchiaio).

La ricetta originale viene da qui..




Ci serve:

- 100gr di farina di castagne
- 50gr di zucchero di canna
- 30 gr di cioccolato extrafondente a pezzetti
- 250ml (240gr circa)d'acqua
- vaniglia in polvere (opzionale)






Riunire tutti gli ingredienti in una casseruola, mescolare, porre sul fornello e rigirare con l'aiuto di una frusta. Attendere così qualche minuto continuando a mescolare su fiamma dolce (il cioccolato si scioglie e la crema si addensa). Spegnere e se necessario (se sono rimasti grumi) dare una veloce passata con frullatore a immarsione.
Travasare e gustare come m
eglio credete ^-^

giovedì 16 marzo 2017

COLLA PRET-A-PORTER

Ciao a tutti!
Oggi vi propongo un idea davvero creatina, ma che a me ha risolto problemi! Per la  serie riutilizzo seriale dei contenitori vuoti ^-^

Io compro abitualmente dei grossi contenitori di colla vinilica perchè sono molto più economici di quelli piccoli e mi pare che anche la qualità sia migliore; ma poi mi rimane il problema di dosare le quantità (specialmente quando si fanno lavori di precisione) senza fare dei macelli.
(comunque sia la colla vinilica è idrosolubile.. quindi basterà pulire IMMEDIATAMENTE con acqua calda e una spugnetta).

L'idea è questa : ho travasato la colla in contenitori vuoti di docciaschiuma o shampoo.
Il flacone deve chiudere perfettamente altrimenti seccherà. 
Se utilizzate questo tipo di colla capirete che dosarla a goccia praticamente, non ha prezzo... figuriamoci se è anche un trucchetto a costo zero!

Spero di essere stata utile!