martedì 31 luglio 2012

SCRUB GRANITA PER IL CORPO

Ho provato questa ricettina ultra semplice un paio di volte tornata a casa stanca e accaldata . Beh, è molto piacevole... quindi ve la consiglio.
E' davvero rinfrescante e con l'olio contenuto idrata la pelle (potete quindi non mettere la crema o l'olio dopo la doccia).



- 2 o 3 cucchiai di bicarbonato
- 1 goccia di olio essenziale di menta
- 1 goccia di olio essenziale di lmone
- 1 cucchiaino di olio (io ho messo girasole ... ma van bene tutti)

Aggiungere in un piccolo contenitore tutti gli ingredienti avendo cura di pestare col cucchiaio i grumini oleosi che inevitabilmente si formeranno. Applicare sulla pelle umida massaggiado, poi sciacquare.

Ho letto che molti fanno lo scrub col sale (misto sale fino e grosso) o zucchero... per me è veramente troppo aggressivo, mi trovo molto meglio col bicarbonato perchè ha i granulini tondi che non "graffiano".
Se voi lo sentite troppo "soft" potete tranquillamente sostitirlo.

Io ne faccio poco per volta, ma non credo ci siano problemi preparandone un vasetto da tenere in bagno ed usare volta per volta. L'unica accortezza è non farci cadere acqua quando si preleva.

venerdì 27 luglio 2012

PULIRE "COI PIEDI"



Ehehehe ... non fraintendete il titolo !!!
Ho trovato (Beh magari molti di voi lo conoscevano da milleni...) un modo per riutilizzare i calzini usurati o comunque non più portabili... Spolverare!
Lo infilo come fosse un guanto e passo sulla sperfice ... alla fine lo tolgo e scuoto dalla finestra ... E così fino a che non ho finito.




(Immagine presa on-line... Non era il massimo fotografare i calzini usurati :S )

domenica 22 luglio 2012

SALSA TERIYAKI

Questa è una salsa di origine giapponese che si può utilizzare su praticamente qualunque pietanza.
Io oggi l'ho fatta per insaporire del semplice riso saltato con verdure.



E' velocissima, occorrono:

- mezza tazza di salsa di soia
- 2 cucchiai di mirin (io non lo ho e ho letto si può sostituire con 2 cucchiai di sakè e 1 di zucchero)
- 1 cucciaio di zucchero (nel mio caso sempre e solo di canna, anche mezzo cucchiaio se fate la sostituizione che ho fatto io)
- 1 cucchiaio d'olio (io consiglio uno di semi magari bio)

-sale, pepe (nella ricetta originale non c'erano, ma ho trovato opportuno metterli)

Si mette tutto in un padellino su fuoco basso (a parte sale e pepe che metteremo alla fine) sino a che lo zucchero di scioglie (non ci vorranno più di due minuti). Ecco pronta la salsa, mischiatela alla vostra pietanza (verdure, patate,pasta, riso ...) e se occorre correggete di sale e pepe.

Ho visto che ne eiste anche una versione più densa in cui la preparazione è identica, solo che deve stare sul fornello un tempo che varia da una a due ore (sino a che non diventa un terzo della quantità iniziale). Deve essere buona versata su cotolettine vegetali o fettine di seitan (meglio se fatti in casa).

lunedì 16 luglio 2012

L'INFESTANTE

Volevo condividere un pensiero, per oggi niente ricette ^-^
Questo è il mio carissimo Ailanto un albero grande e maestoso, nato per conto suo una decina di anni fà quando un violento terremoto con tromba d'aria annessa ha portato via quello che c'era prima (sinceramente non ricordo che tipo di albero fosse). Se si digita il suo nome su internet sembra una calamità!  "Pianta infestante, dalla rapidissima proliferazione... Sostituisce piano piano la vegetazione preesistente, formando colonie.....È noto il cattivo odore delle sue foglie" ... MA CHE CACCHIO DICONO!!!!
Primo si è spontaneo, ma se non lo si vuole basta estirparlo. A prposito io ne stò togliendo diversi e mi piacerebbe ricoverarli in vaso per regalarli a chi volesse un bell'albero.. Qualcuno sà darmi qualche dritta per non fare morire le giovani piantine ?
Il mio è enorme ma di puzza non ne ho mai sentita ! Anzi tutte le estati ringrazio quelle belle foglie che proteggono me e le piantine aromatiche dal sole eccessivo.
Questo pensiero lo vorrei estendere a tutte le piante spontanee perchè prima di strapparle e gettarle possiamo informarci e molto spesso ci accorgeremo che possono tornarci utilissime. Qualche esempio ? tarassaco, ortica, camomilla ... E se proprio non servno a niente? A qualcosa servono sempre come per esempio arricchire il compost domestico o per la pacciamatura delle pianticelle dell'orto.
Io ho molta simpatia per queste piante, perchè mia madre quando mi presenta agli amici dice "Questa è Elisa... La Selvatica" ... E devo dire che inizialmente c'ero rimasta di stucco, ma poi mi sono accorta che è un aggettivo che mi calza a pennello.

venerdì 13 luglio 2012

FORMAGGELLE VEGETALI

Tempo fà avevo ordinato (via internet) dei formaggi vegetali da un produttore artigianale ... che dire, buinissimi .. Ma abbastanza costosetti! Ed essendo ben convinta che la base della cucina vegana è composta da frutta, verdura, cereali e legumi ... Non sono disposta a spendere molti dindini per degli extra (se non occasonalmente).
Così qualche settimana fà volevo sperimentare un budino con dell'agar agar che avevo preso per non sò quale ragione ... e casualmente ho fatto un budino che aveva la stessa consistenza di quei formaggi vegetali...
Con circa 6 euro di agar agar faccio formaggi vegetali non sò per quanti mesi ... Così ci togliamo tutti gli sfizi che vogliamo, senza nuocere a nessuno!

Occorrono:

- mezzo litro di latte di soia ( o altro latte vegetale)
- 2 cucchiaini di agar agar in polvere
- qualcosa per aromatizzare il panetto (erbe, spezie, verdure ....)

Si mette il latte sul fornello, si aggiunge il gelificante e si aspetta arrivi a bollore (continuando a mescolare). Si spegne  e si aggiungono gli ingredienti extra per insaporire le nostre formaggelle.
Metto in ciotole o bicchieri e ripongo in frigo per una notte. Sformo e voila!

Io consiglio due mix (i migliori che ho provato fino ad ora) :
- olive, cappeli, aglio,senape, sale, pepe, alghe
- salsa di soia, olio di sesamo(qualche goccia), semi di sesamo



Queste formaggette non fondono ma sono ottime in pasta ,panini e insalate!  Vanno conservate in frigo e mangiate entro 3-4 giorni al massimo.

lunedì 9 luglio 2012

MELANZANE GRIGLIATE MULTISTRATO

Questa è una ricettina veloce simile alla "Parmigiana di melanzane" ,ma molto più pratica perchè non necessita di forno (che in questo periodo si accende colo in casi eccezionali!).  Io sono di parte perchè adore le melanzane ... ma dategli una possibilità ^-^



Ci servono:
- 1 Melanzana a fette gragliata
- 2 pomodori crudi a pezzetti
- Mezza cipolla tagliata sottile e grigiata
- basilico
- olio, sale, pepe
- semi di girasole tostati

In un piatto (o una ciotola) disponete uno strato di melanzane, coprile con un pò di pomodoo, spezzettate sopra qualche fogliolina di basilico, olio, sale e pepe ... e continuate sino a che avete verdure.

Spolverare con i semini, tanti deliziosi semini ^-^

E' ottimo mangiato così e anche fatto riposare in frigo.

mercoledì 4 luglio 2012

NOVITA' IN CUCINA : OKRA

Qualche giorno fà leggevo dalla carinissima Stefy la sua avventura con gli okra ... E mi son detta "cavoli! Io appassionata/maniaca dell'India non li ho mai provati, non è proprio possibile !" ... Così ieri sono passata dal negozietto etnico gestito da ragazzi indiani e me ne sono fatta dare un pò, facendomi anche spiegare come li preparano loro (quando un alimento non si sà che sapore abbia è davvero difficile cucinarlo bene ^-^).
Lui mi ha risposto con un meraviglioso italiano dall'accento hindù di passarlo in padella con cipolla sale e pepe. Così è stato.

Ho fatto il mio solito procedimento mi mettere a "stufare" le fettine di okra (avete visto che storia sembrano delle stelline) con la cipolla ... Poi aggiungo alla fine l'olio a crudo,sale e pepe. Bastano cinque minuti che rimangono un pò croccantelli.

Hanno un sapore delizioso simile agli asparagi ma più delicato. Tagliandoli hanno una specie di gelatina/mucillagine che non dà fastidio mangiandoli ...

All'interno ci sono i semini ^-^

Ho provato subito a piantarli e a farne essiccare un pò per l'anno prossimo... Se la cosa và bene sarà argomento per un altro post ^-^
Dico solo che fanno parte della famiglia dell'hibiscus ... e fanno un bel fiorellone simile ...

martedì 3 luglio 2012

POP CORN DOLCI

A chi non piacciono? anche se sono odiosi quando rimangono tra i denti!!!

Qualche mese fà ho trovato in offerta la macchinetta per farli in casa senza l'ausilio di olii o grassi. Così l'ho presa al volo ... In pochi minuti da 2 cucchiai circa di semini se ne ha un ciotolone enorme ...

E' troppo divertente quando saltano fuori dalla macchinetta ... Che se non si stà attenti partono per la tangente finendo per terra ... Al che un certo cane li afferra masticando con la bocca aperta perchè sono ancora caldi ..(ah ma forse succede solo da me ^-^)

 

Ora fà un pò caldo e magari non è il massimo ma sono buonissimi in questa variante. Basta aggiungere ai pop corn frutta secca a pezzetti  a volontà (uvetta, albicocche, pruge, datteri .... ) e due cucchiai di zucchero o di malto.